Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.mariocorallo.it/home/wp-content/themes/salient/nectar/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
Dipendenza da smartphone e salute mentale: c’è una correlazione? - Mario Corallo

Secondo le statistiche, il 77% degli adulti americani ha un cellulare e la percentuale sale al 95% se si parla degli adolecenti. Insomma, il cellulare è diventato uno strumento indispensabile.

La dipendenza da smartphone si riferisce a una condizione di eccessivo attaccamento e (ab)uso di questo dispositivo. Però, anche se si usa il termine “dipendenza”, non rientra ancora nel DSM-5 (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali), quindi è comune riferirsi a questa condizione anche con l’espressione “uso problematico dello smartphone”. Non rientra ancora, ma diversi studi hanno evidenziato come questo fenomeno abbia molti sintomi comuni a quelli delle dipendenze da alcol e droga: perdita di controllo e astinenza.

Inoltre, si crede che osservando il modo di utilizzo dei cellulari si possa predire l’insorgenza di una dipendenza o le possibili ripercussioni negative sulla salute.

Per venire a capo della questione, l’Università dell’Arizona ha effettuato uno studio, pubblicato sul Journal of Adolescent Health, con l’obiettivo di indagare, appunto, sui risvolti negativi di questa particolare tipologia di dipendenza e sulla loro possibile correlazione coi sintomi depressivi o l’isolamento che si manifestano sempre più diffusamente soprattutto tra gli adolescenti.

Il campione scelto per questo studio era composto da 346 studenti universitari di cui circa il 33,66% ragazzi e con un’età media di 19,11 anni. Quello che ne è risultato è che, effettivamente, esiste una correlazione tra l’eccessivo utilizzo degli smartphone e i problemi legati alla salute mentale.

Nonostante il quadro rappresentato sia preoccupante, l’analisi di questi dati riportati può aiutare gli esperti e i professionisti a comprendere meglio gli effetti negativi di questo fenomeno in modo da poter informare a dovere i genitori e gli educatori. Sapere a cosa si va in contro e conoscere i rischi aiuta molto a trovare una tattica utile per continuare a usare questi dispositivi ormai indispensabili nella maniera più salutare.

Leave a Reply