Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Per una generazione definita “mobile born” , “nati con lo smartphone in mano“, diventa sempre più difficile scegliere attività ed esperienze del mondo reale piuttosto che quelle virtuali.

Questa breve guida propone a voi genitori 5 semplici punti da seguire per cercare di trovare il giusto equilibrio tra le attività on-line e quelle off-line.

4 sspunti da cui partire

1. Parlate degli aspetti positivi del mondo on-line

Iniziate chiedendo a vostro figlio perché gli piacciono i dispositivi elettronici e come gli piace usarli. Quali sono i loro aspetti positivi? Non è tutto da buttare e di fondo se ben regolamentata l’ attività online dei figli piò creare dei circoli virtuosi, certo va fatto lo sforzo di guardare con loro i contenuti, vanno scelti quelli più adatti, e spesso ci ritroveremo a dover spiegare perché un certo contenuto, un video su youtube una storia  tiktok non è adatto alla loro età o situazione.
Scambiatevi le opinioni e confrontatevi. Sono piccoli ma hanno opinioni riguardo quello che vedono, è importante che venga dato valore tanto al contenuto quanto al feeling che i bambini hanno in merito alla fruizione dello stesso.

2. Parlate degli aspetti positivi del mondo off-line

In seguito, fatelo parlare di quali attività del mondo reale preferisce. Perché gli piacciono? A quali aspetti dà più importanza?
E’ molto importane che esista un nesso tra attività offline e online, magari se a mio figlio piace giocare a calcio, invece di lasciarlo libero su youtube di guardare contenuti che non riteniamo corretti può essere un ottima idea cercare video dei loro campioni, dei loro miti, oppure video che insegnino particolari skill o manovre, calcistiche,  di pattinaggio o di tennis, rugby, cucina, fotografia, pittura, elettronica, giardinaggio, fai da te , il digitale può essere un vettore potente di informazione ma va sempre cercato un legame fra mondo reale e mondo digitale per far si che il digitale non diventi un mondo reale a se stante.

3. Confrontate gli aspetti positivi di entrambi i mondi

Una volta che vostro figlio avrà espresso il suo parere, sarà necessario mettere a confronto tutti gli aspetti positivi trovati per avere un quadro della situazione più chiaro possibile.
E’ logico che vedere Cristiano Ronaldo che fa una delle sue rovesciate o la Kostner che chiude uno dei suoi magnifici salti acrobatici sia un contenuto esaltante, ma non va lasciato lì, fine a se stesso, perchè potrebbe generarsi un gap importante con la  realtà; lui/lei, lo sa fare io no, e allora, dato che  è troppo impegnativo e difficile farlo, mollo il colpo e provo a fare la stessa cosa alla playstation, così il cerchio si chiude in una maniera molto poco virtuosa.
Cerchiamo di scalare il contenuto su qualcosa di fattibile, dopo aver visto la prodezza dei campioni, e spiegato che quelli sono campioni che si esercitano 8 ore al giorno 6 giorni alla settimana cerchiamo un tutorial alla loro portata, il tubo ne è pieno.

4. Chiedetegli come si sente a riguardo

Chiedetegli se ha mai la sensazione che le attività on-line interferiscano con quelle off-line. Come lo fa sentire? Perché? Cosa esattamente gli crea disagio? Gli capita mai di provare lo stesso in una situazione invertita?
È importante dar voce e importanza alle sue sensazioni e opinioni.
E’ fondamentale tenere i due mondi sempre connessi, non si devono mai separare nettamente, ecco perché è così sbagliato demonizzare le piattaforme e i contenuti digital in genere, un po’ come in una dieta bilanciata è necessario che proteine e carboidrati siano ben legati insieme e solo le sensazioni personali ci fanno capire se una cosa ci fa stare meglio o peggio, ecco che, provare a scandagliare il sentire dei nostri figli genera un percorso virtuoso verso la consapevolezza del se tanto nel mondo reale che in quello virtuale.

 

Leave a Reply

×

Hello!

Click one of our representatives below to chat on WhatsApp or send us an email to mariocorallo@gmail.com

× Ciao! Come posso aiutarti?